La Pistoiese recupera nei minuti finali, finisce 1 - 1 con la Viterbese

12.11.2017

Ferrari al sesto gol stagionale
Ferrari al sesto gol stagionale

di Graziano Breschi

I primi venti minuti del primo tempo fra Viterbese e Pistoiese sono stati quasi imbarazzanti con le due formazioni che non riuscivano a fare tre passaggi di fila, con il gioco che ristagnava prevalentemente a centrocampo.  Sembrava la classica partita da 0 -0. Ma ci ha pensato il solito errore domenicale della retroguardia arancione a rompere l'equilibrio. E' stato Razzitti a portare in vantaggio i locali sfruttando una disattenzione di Zullo che non è stato lesto a rinviare un pallone a pochi passi dalla linea di porta. Vantaggio del tutto immeritato per gli uomini della Tuscia perchè fino a quel momento avevano solo trotterellato senza mai affondare.. Addirittura  due minuti dopo il vantaggio, 25', gli uomini di Nofri, approfittando della solita dormita del pacchetto arretrato avrebbero potuto raddoppiare con Tortori che da non più di quattro metri è riuscito, incredibilmente, a calciare alto. E la Pistoiese? Ha fatto come le stelle è stata a guardare per tutto il restante del primo tempo, senza mai tirare nello specchio della porta avversaria. Al ritorno in campo Indiani ha tolto un inesistente Zappa inserendo un'altra punta di ruolo, Vrioni. Gli arancioni, sembrano più determinati e prendono campo anche perchè i gialloblu hanno arretrato il baricentro. Il centrocampo arancione spinge e nonostante tanti errori nei più elementari passaggi, qualche occasione è stata creata: minuto 48, punizione di Zullo e spaccata di Rossini con palla sopra la traversa. Al minuto 54 su spunto di Surraco e ottimo cross dalla destra bella incornata  di Regoli che mette appena a lato. Occasionissima al 60', svarione di Varutti che libera una prateria per Vrioni, il ragazzo si lascia ipnotizzare dall'ex Iannarilli che di piede respinge. La Pistoiese continua  nella spinta seppur non lucidamente, ma offre pure il fianco al contropiede. Vandeputte, su errore di Rossini, imita Vrioni e si lascia stoppare da Zaccaggno che gli esce incontro. Poi dopo un gol annullato a Ferrari per evidente fuorigioco, sono ancora lo stesso Vandeputte e Baldassin a non sfruttare due occasionissime per chiudere il match. Di li a poco, al minuto 83, per la solita legge del calcio - gol sbagliato gol subito - è la Pistoiese, che meritatamente, raggiunge il pareggio con bomber Ferrari che raccoglie un assist di testa di Luperini ben servito da Regoli e da pochi passi trafigge Iannarilli. Le emozioni però non sono finite perchè all'ultimo secondo del terzo minuto di recupero, uno splendido Regoli, il migliore in campo, respinge sulla linea di porta un tiro di Zenuni a Zaccardo battuto. C'era da cancellare la sconfitta interna con il Siena e pur non offrendo una prestazione eccellente sul piano del gioco, la Pistoiese riesce a tornare da Viterbo con un punticino che muove la classifica. Come al solito ammirevole, da parte di tutti, l'impegno e la tenacia.

VITERBESE (3-5-2) Iannarilli, Peverelli, Pacciardi (10' Sanè), Cenciarelli (64' Vandeputte) , Celiento, Musacci, Razzitti, Sini, Baldassin (84' Zenuni), Tortori (64'Di Paolantonio), Varutti. A disp. Pini, Michele, Ngissah, Mendez, Mbaye, Zenuni. All. Nofri.

PISTOIESE (3-4-2-1) Zaccagno, Rossini, Zullo (76' Quaranta), Nossa, Mulas (69' De Cenco); Zappa (46' Vrioni), Regoli,  Luperini, Hamlili, Surraco (85'Minardi), Ferrari.  A disp. Biagini, Tartaglione, Eleuteri, Boggian, Sanna, Dosio. All. Indiani.

ARBITRO: Davide Andreini di Forlì - Assistenti: F. Cantafio di Lamezia T. e R. Terenzio di Cosenza

MARCATORI: 23' Razzitti, 83' Ferrari

NOTE Spettatori un migliaio con sparuta rappresentanza pistoiese. Ammoniti: Razzitti, Musacci e Baldassin della Viterbese - Rossini, Nossa e Hamlili della Pistoiese . Angoli:   Recuperi 1° t. 2' - 2° t. 3'