Pistoiese: finisce subito l'avventura playoff. Questa Carrarese è troppo forte.

          Zullo a terra attorniato da compagni e sanitari

di Graziano Breschi

Che non fosse una buona serata, per i colori arancioni, lo si è capito già al secondo minuto quando su un contrasto a metà campo con Coralli, Zullo è rimasto a terra senza possibilità di continuare la gara. E il presagio si è concretizzato al 20' quando Mulas, con un intervento killer, ha atterrato Cais in area. Il conseguente rigore, battuto da Agyei ha portato i vantaggio i locali, che certo non avevano bisogno di aiuti. L'uscita di Zullo ha sì creato smarrimento nella squadra che è sembrata perdere qualsiasi certezza, incapace di metter insieme tre passaggi di fila, ma sarebbe riduttivo trovare la giustificazione della sconfitta nell'episodio. Il raddoppio dell'ex massese Biasci con un gran tiro dai venti metri ha tolto altre speranze ad una squadra che avrebbe dovuto solo vincere per passare il turno. Il terzo gol, poi, realizzato da Tortori sul finire del primo tempo ha tolto le residue speranze sigillando il match. Troppo forte questa Carrarese per la Pistoiese attuale, apparsa anche nelle ultime uscite assai stanca dopo un campionato giocato sopra alla aspettative. La squadra di Silvio Baldini ha reso tutto più difficile, giocando con una intensità difficilmente riscontrabile a queste latitudini, senza parlare della qualità della rosa apuana che è certamente superiore a quella arancione. I due gol realizzati dai giallo azzurri nel secondo tempo hanno solo avuto l'effetto di gonfiare il punteggio di una gara ormai segnata dopo i primi quarantacinque minuti. Certo la cinquina è pesante ma la squadra di Indiani non deve sentirsi umiliata, perché sportivamente va riconosciuta la superiorità degli avversari. La Pistoiese, anche stasera, ha confermato tutte le difficoltà che ha incontrato nelle partite in trasferta: diciotto sconfitte in campo avverso non possono essere certo frutto del caso. Ora la società dovrà ripartire da questo primo traguardo per gettare le basi del prossimo campionato. L'importante sarà non smembrare una squadra che in tante occasione ha saputo divertire. I tifosi che stasera a Carrara hanno seguito numerosi e incitato incessantemente i propri beniamini, si aspettano, per il futuro, un salto di qualità.

CARRARESE CALCIO 1908 (4-2-3-1): Borra; Tentoni (70' Vitturini) , Baraye, Murolo, Ricci; Agyei (75' Marchionni), Rosaia; Foresta (75' Cardoselli), Tortori (70' Vassallo), Cais (20' Biasci); Coralli. A disp.: Lagomarsini, Benedetti, Possenti, Benedini , Piscopo, Miele F., Miele G. All. Baldini

U.S. PISTOIESE 1921 (5-3-1-1): Zaccagno; Quaranta, Zullo (5' Nossa), Terigi (46' Surraco, dal 57' De Cenco) ; Mulas, Hamlili, Minardi, Luperini (68' Papini) Regoli; Picchi (68' Cerretelli); Ferrari. A disposizione: Biagini, Priola, Rafati,Tartaglione, Dosio, Nardini ,  Zappa. Allenatore: Paolo Indiani

Arbitro: Ivan Robilotta di Sala Consilina - Assistenti: A. Zingrillo di Seregno e N. N. Spiniello di Avellino

Marcatori: 21' Agyei (R), 38' Biasci. 42' Tortori, 61' Foresta, 83' Vassallo

Spettatori: 3800 di cui circa 400 provenienti da Pistoia - Angoli: 2- 1 - Ammoniti: Agyei e Foresta della Carrarese - Luperini e De Cenco della Pistoiese. Recupero: 1° t. 3' - 2° t. 0'