Modena e Pistoiese si dividono la posta sul neutro di Forlì 1 -1

13.08.2017

Cauterucci autore del gol
Cauterucci autore del gol

di Graziano Breschi

Risultato equo quello scaturito dopo i 90 minuti al Morgagni di Forlì fra Modena e Pistoiese. Era la prima gara ufficiale per gli uomini di Indiani che si sono presentati in campo con un undici ancora largamente incompleto. Ai lungodegeneti Papini e Rossini, infatti, si dovranno aggiungere altri 4/5 elementi di peso che  conferiranno un altro spessore alla squadra. E seppure zeppi di seconde linee, gli arancioni, non hanno assolutamente demeritato e per lunghi tratti dell'incontro hanno tenuto assai bene il campo di fronte ad un Modena che, si ha pur sempre tanti problem,i ma che schierava giocatori certamente più esperti. Gli arancioni che si presentano con il solito 4-3-3 che in fase difensiva diventa un 5-4-1, partonoi bene sfruttando le fasce laterali e creano fin da subito qualche apprensione alla retroguardia canarina come al 5' quando su una percussione dalla destra e velo di Surraco, Hamlili da ottima posizione spara alto. Ma pure al 23' Ferrari dal limite colpisce di destro con la palla chesfiorare il palo e così come Minardi al 32' da pochi passi si vede rimpallare il tiro  con il corpo del portiere avversario. Poco gli arancioni hanno concesso agli avversari in fase offensiva e Zaccagno è stato impegnato solo su una punizione dai 25 metri. Nella ripresa Indiani ha subito tolto Regoli ancora a corto di condizione ed ha inserito Cauterucci, classe 99'. Il ragazzino sarà poi l'autore del gol al minuto 63' sfruttando una veloce combinazione Ferrari - Surraco. Il puntero argentino ha furbescamente battuto una punizione appoggiando a Surraco, l'uruguagio ha millimetricamente appoggiato rasoterra sul secondo palo dove il piccolo Cauterucci non ha avuto difficoltà a mettere in rete. Passano tre minuti e la Pistoiese potrebbe raddoppiare: lancio al bacio in profondità di Surraco per l'irrompente Zappa, il tocco mancino scavalca Manfredini in uscita ma si perde appena alto sulla traversa. Il Modena che sostituisce due giocatori per dare più spinta offensiva, attacca, ma con poco lucidità e dà l'impressione di avere grossi problemi in fase realizzativa. Il pareggio lo raggiunge solo su rigore concesso da Rossetti per una ingenua quanto inutile  spinta di Quaranta (ancora una prestazione incerta) su Persano. Dal dischetto trasforma Giorno. Nei minuti finali addirittura il Modena sfiora il raddoppio ma Titto su cross di Calapai da due metri di distanza  colpisce di spalla, anzichè di testa e Zaccagno ringrazia. Giusto comunque il pareggio, anche se per gli arancioni la vittoria è sfumata a soli sei minuti dal triplice fischio. Buone comunque le sensazioni, la squadra anche se ancora "monca" esegue quasi alla perfezione ciò che vuole Indiani, l'arrivo di elementi nuovi e speriamo di qualità porterà certamente benefici. Interessante la prestazione dell'ex Ternana Surraco che a tre giorni dal suo arrivo fa vedere di che pasta è fatto. Posizione e classe non gli mancano. Ferrari dopo un primo tempo opaco cresce nella ripresa e battaglia contro la retroguardia avversaria. Ora domenica prossima partita decisiva per il passaggio del turno quando al Marcello Melani scenderà il Pontedera.

Modena F.C.: Manfredini, Remedi, Ambrosini, Loi, Fautario (70'Tito) , Persano, Popescu, Badjie (70'Castagna) , Aldrovandi, Calapai, Giorno. A disp.: Chiriac, Minarini, Arcaleni, Zito. Allenatore: E. Capuano

U.S. Pistoiese 1921: Zaccagno, Mulas, Surraco, Quaranta, Priola, Regoli (46' Cauterucci), Minardi, Hamlili, Zappa (87' Boggian), Ferrari, Tartaglione. A disp.: Biagini, Viti, Luka, Vrioni, Ludovisi,  . Allenatore: P. Indiani

Arbitro: Rossetti di Ancona - Assistenti: Montanari di Ancona e Di Giacinto di Teramo

Marcatori: 64' Cauterucci, 84' Giorno (R)

Angoli: 3 - 1 per la Pistoiese

Ammoniti: Minardi, Surraco e Quaranta della Pistoiese, Giorno del Modena

Espulsi: Remedi del Modena