La Pistoiese torna a mani vuote dalla Sardegna sconfitta dall'Olbia per 1 - 0.

di Graziano Breschi

Una Pistoiese incerottata come non mai, priva in pratica del centrocampo titolare, esce sconfitta dal Bruno Nespoli di Olbia. A pesare sul risultato oltre alle numerose ed importanti assenze, la ormai cronicissima difficoltà a tradurre in gol la mole di gioco prodotta. E', quella arancione, una sterilità che avrebbe dovuto far intervenire, chi di dovere, sul mercato di riparazione. E' veramente un peccato vedere una squadra così manovriera tenere il pallino del gioco quasi per l'intera partita e poi venire beffata nell'unica occasione avuta dai bianchi locali. In pratica quando la Pistoiese ha subito il gol c'era ancora un'ora di gioco e tutto il tempo per riprendere il risultato, purtroppo il gol non è nelle corde di questa squadra.

Pancaro, assente in panchina perchè squalificato, è costretto, causa infortuni e squalifiche, ad inventarsi una Pistoiese ex-novo ed impiega fin dall'inizio ben tre classe 2000, tanto per far capire fra le due squadre ci sono ben 25 anni di differenza.

Dopo una conclusione diagonale di De Marcus , la prima palla gol è per gli arancioni al 15' q Cerretelli dai 25 metri calcia una punizione velenosa che l'ex Aresti devia in angolo.

Al 30' l'Olbia passa in vantaggio: l'esperto ex Cocco difende bene un pallone dentro l'area arancione per poi servire in profondità Ogunseye. L'ex Prato lasciato indisturbato da un distratto Terigi batte con un gran destro l'incolpevole Pisseri.

Al 58' bella conclusione di Valiani su assist di Morachioli che finisce sul fondo

Nella ripresa subito una sostituzione: Falcone in luogo di Mazzarani per dare più consistenza al reparto offensivo e gli effetti si vedono. La squadra arancione preme e costringe i sardi sulla difensiva. Gli angoli si susseguono , alla fine saranno ben 10. Al 60' bella conclusione di Valiani in diagonale con la palla che sfila alla destra di Aresti.

Al 79' Olbia in 10 per l'espulsione di Della Bernardina pizzicato alla seconda ammonizione e la Pistoiese si riversa tutta nella metà campo avversaria. Al minuto 89 Cerretelli ha la palla del pareggio ma il suo colpo di testa finisce incredibilmete a lato. Dopo cinque minuti di recupero l'ottimo De Tommaso manda tutti a fare la doccia e per la Pistoiese è la seconda sconfitta in tre settimane, sesta stagionale.

La classifica non è preoccupante ma sarà bene mettere fieno in cascina a cominciare dal turno infrasettimanale di mercoledì prossimo con il forte Pontedera, ore 20:45, al Marcello Melani.

OLBIA CALCIO 1905 (3-5-2): Aresti, Altare, Dalla Bernardina, Gozzi; Demarcus (63' Mastino), Lella, Giandonato, Pennington, Pisano; Cocco (71' Parigi), Ogunseye (80' Candela). A disp.: Van der Want, Manca, Zugaro, Pitzalis, G Verde. All.: Oscar Brevi

U.S. PISTOIESE 1921 (3-5-2): Pisseri; Dametto, Camilleri, Terigi (dall'88' Capellini); Spinozzi, Mazzarani (dal 46' Falcone), Morachioli Cerretelli , Favale (74' Llamas);Valiani (60' Cappelluzzo), Gucci. A disp.: Salvalaggio, Bortoletti, Spadoni, Tempesti, Cappellini. Allenatore: Giuseppe Pancaro

Arbitro: Daniele De Tommaso di Rimini - Assistenti: R. Allocco di Bra e I. Agostino di Cisinello Balsamo

Marcatori: 30' Ogunseye

Note: terreno in non buone condizioni. Ammoniti: De Marcus dell'Olbia - Spinozzi, Valiani della Pistoiese - Espulso Della Bernardina per doppia ammonizione al 79' - Angoli: 3 - 10 - Recupero: pt 0' / st 5'