Bentornato Stefano Pioli!

08.08.2017

Pioli il giorno del suo esordio in arancione
Pioli il giorno del suo esordio in arancione

di Athos Querci

Il grande appuntamento amichevole contro la Fiorentina è anche un'occasione per salutare e applaudire l'allenatore dei viola Stefano Pioli che giocò da gennaio e giugno nella Pistoiese di serie C 1996/97. Collezionerà solo 16 presenze ma lascerà un gran bel ricordo per la professionalità e il valore tecnico dimostrate. La retrocessione dalla serie B ha avvelenato l'ambiente arancione e il presidente Maltinti è costretto a delegare per la gestione di questa annata, proprio Orazio Ferrari che si avvarrà della collaborazione di Andrea Baldi e Romeo Dozzi. Nell'indifferenza generale arrivano giocatori che si faranno valere, soprattutto i gemelli Zenoni dall'Atalanta, Legrottaglie dal Bari, Medri dal Cesena, Imbriani dal Napoli (purtroppo scomparso prematuramente qualche anno fa) e Daniele Russo dal Perugia (attuale secondo di Montella nel Milan). Al termine del girone di andata Ferrari ha già cambiato 3 allenatori: a Catuzzi (si riprenderà la panchina a febbraio) subentra Casarsa, poi sarà la volta di Bagnato. Al mercato di gennaio 1997 Ferrari opera una vera e proprio rivoluzione e porta in arancione 6 nuovi acquisti. Fra questi uno sarà determinante. E' Stefano Pioli dal Padova, ex di Juventus e Fiorentina, che vuole chiudere dignitosamente una ottima carriera. L'esordio avviene il 19/1/97 contro il Saronno (1-1) e sarà proprio lui il grande protagonista: "punizione di Napolioni, imperioso stacco di testa di Pioli, la palla è respinta contro il palo dal portiere che poi gli carambola sul ginocchio ed entra in rete." La formazione di quel giorno era la seguente: Di Sarno, Zenoni C. (30' s.t. Le Grottaglie), Cunti, Medri, Pioli, Napolioni, Fialdini, Campolo, Imbriani (dal 15' s.t. Caruso), Nardini (dal 34' s.t. Sardone), Ciocci. Allenatore: Bagnato.  Ma come dimenticare il gol vero segnato a Prato, un gol che poteva significare una storica vittoria. Il 13 aprile, per il 52° derby, la Pistoiese scende a Lungobisenzio decisa a vendicare l'ingiusta sconfitta subita all'andata per un rigore inesistente. Pioli è l'assoluto protagonista. Ad un quarto d'ora dal termine una perfetta punizione di Campolo trova prontissimo Pioli che di testa devia in rete. Un gol che manda in visibilio i tanti tifosi arancioni. La gioia, purtroppo, si strozzerà in gola, quando all'88° i lanieri pareggeranno. Terminata, l'anno dopo, nel Fiorenzuola, la brillante carriera agonistica, inizierà ben presto quella di tecnico e il 10/8/2017 i tifosi arancioni potranno applaudirlo come merita.